The Empyrean


scrive Frusciante sul suo nuovo blog.

"The Empyrean è il mio nuovo disco che uscirà per la Record Collection il 20 gennaio 2009. è stato registrato tra il dicembre 2006 e il marzo 2008. è un concept-album che racconta un'unica storia sia attraverso la musica che attraverso le parole. il racconto si svolge dentro una persona e sono presenti due personaggi. contiene una versione di "song to the siren" di tim buckley mentre gli altri brani sono composti da me. vi suonano i miei amici josh [klinghoffer n.d.r.] e flea. mi accompagnano anche i sonus quartet, johnny marr e i new dimension singers. ne sono veramente contento e l'ho ascoltato molte volte per l'esperienza psichedelica che mi dà. dovrebbe essere ascoltato ad alto volume e si abbina benissimo a scuri salotti a tarda notte."

John Frusciante, 3 novembre 2008

un paio di ricerche:

tim buckley: ci sta che frusciante lo coverizzi. lo stile si avvicina a quello di curtains. vaga somiglianza con mike eizinger.
i sonus quartet sembrano un anticonvenzionale quartetto d'archi. collaborazioni varie ma niente di strafamoso. ascolteremo.
beh, di johnny marr credo basti dire che era il chitarrista degli smiths. ora suona in un gruppo chiamato modest mouse, niente di che. dopo gli smiths era ben dura ritornare in alto.
dei new dimension singers non ho trovato molto a parte che avevano già collaborato con john in passato.

nella copertina si intravedono pezzi di altre copertine a mio parere: il ritaglio verdino al centro mi sembra di curtains, le nuvolette e le montagne mi sembra la grafica del suo vecchio sito johnfrusciante.com.
attendiamo il nuovo capitolo del genio.

aggiornamento

nuovo post aggiunto da john:

The Empyrean è una storia che non si svolge nel mondo reale. è racchiusa nella mente di una sola persona attraverso la sua vita. l'unico altro personaggio presente è qualcuno che non vive nel mondo reale ma vi è dentro, nel senso che lui esiste nella mente della gente. la mente è l'unico posto nel quale si può certamente dire che esistano tutte le cose. il mondo esterno ci è noto solo attraverso i sensi. l'immaginazione è il mondo più reale che esista in quanto lo conosciamo singolarmente di prima persona, senza passare dai sensi. vedere le proprie idee prendere forma è come poter vedere il sole che sorge. non esiste un qualcosa di equivalente a questa purezza nel mondo esterno. questo mondo appare ad ognuno di noi come un'unica cosa ed allo stesso tempo come una moltitudine di cose. i passaggi dal interno (della mente n.d.r.) all'esterno e viceversa non avranno mai fine. tentare e cedere sono una forma di respirazione.

aggiornamento 13/01/09

nuovo post sul blog di john:

descrivere The Empyrean come un racconto è corretto dal mio punto di vista ma è spiazzante per gli altri in quanto non ci sono chiari segnali per orientarsi e percepire chiaramente la storia. non c'era l'intenzione di scrivere una storia chiara e definita, anche se lo è per me. è tutto nato nella mente di una persona, senza leggi di tempo e spazio. c'è da dire che se voi osserverete questa storia con la parte razionale della vostra testa non ne otterrete nulla. i testi sono stati scritti specificatamente per documentare un'intensa esperienza di vita, una di quelle che si fa fatica a raccontare a qualcun altro. in parte l'intenzione era quella di scrivere per entrare in contatto con altre persone che sono stati, o lo sono tuttora, sommersi dal confuso e indistricabile mondo nel quale sono costretti a vivere. la stessa attenzione è stata messa nello scrivere parole che dovranno colpire in maniera gentile la parte inconscia delle menti degli ascoltatori, parte che io credo riesca a comprendere e a classificare tutto in un modo molto più ricco e stratificato rispetto al cervello cosciente. come molti testi, questi sono stati scritti per essere percepiti in modi diversi in base all'ascoltatore. una persona per il quale queste parole non hanno un chiaro, cosciente significato potrebbe ottenerne molto di più rispetto ad uno che le leggesse come faccio io, quindi vi raccomando di ascoltarle e leggerle nel modo che preferite.
sarebbe stato più semplice non dire nulla ma questo mi passava per la testa oggi, dopo aver gradualmente compreso che dicendo quello che significava per me ho indirettamente spindo la gente a vederla in questo modo, e questo non è lo spirito dei testi delle canzoni. io credo che i testi di brani rock dovrebbero essere aperti alle interpretazioni e io li ho scritti con quest'idea. mentre posso spiegare come la vedo io, questo può distogliere da altri significati che altri ascoltatori potrebbero attribuirgli leggendoli attraverso il loro particolare senso critico derivante dalle loro esperienze di vita.

Annunci

3 pensieri su “The Empyrean

  1. nuovo post aggiunto da john:The Empyrean è una storia che non si svolge nel mondo reale. è racchiusa nella mente di una sola persona attraverso la sua vita. l'unico altro personaggio presente è qualcuno che non vive nel mondo reale ma vi è dentro, nel senso che lui esiste nella mente della gente. la mente è l'unico posto nel quale si può certamente dire che esistano tutte le cose. il mondo esterno ci è noto solo attraverso i sensi. l'immaginazione è il mondo più reale che esista in quanto lo conosciamo singolarmente di prima persona, senza passare dai sensi. vedere le proprie idee prendere forma è come poter vedere il sole che sorge. non esiste un qualcosa di equivalente a questa purezza nel mondo esterno. questo mondo appare ad ognuno di noi come un'unica cosa ed allo stesso tempo come una moltitudine di cose. i passaggi dal interno (della mente n.d.r.) all'esterno e viceversa non avranno mai fine. tentare e cedere sono una forma di respirazione. – John

  2. Anonimo writes:fantastico un esperienza musicale unica che ci riporta agli anni in cui la psichedelia era uno stile di vita………………

  3. john è forse l'unico artista del quale mi rifiuto di scaricare i lavori col mulo… ergo sto ancora aspettando che amazon me lo recapiti a casa… ergo non l'ho ancora ascoltato… ergo c'ho un discreto fuoco al culo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...