vecchio blog (myopera)

appunti sparsi


giro i blog e mi appunto qualcosina.

i massive attack non se ne fottono di tutto, anzi.
ammetto la mia ignoranza ma la scenografia del video è interessante.

un articolo notevole, di indubbio spessore sul tema caldo della settimana ovvero la rovinosa caduta del premier su una statua del duomo di milano che un elettore del pdl gli stava gentilmente passando speranzoso di un autografo sulla madonnina. l'autore, tale Paolo Deotto, scrive su un blog chiamato "la riscossa cristiana".

che ci facevo su un blog del genere? sto conducendo una statistica: in media trovo 1 blog di destra ogni 15 di antidestra. ma non ho ancora concluso la mia ricerca…

le monde, ripeto: Le Monde, fa un video promozionale che prende in giro il mio premier. mi dissocio in pieno.

sta menata di facebook mi ha rotto il cazzo.
primo: i politici che ne invocano la chiusura o la censura non sanno manco di cosa stiano parlando.
secondo: dire che facebook è il quinto stato del mondo per popolazione sarà anche vero però in italia il "peso" del sito in questione è, secondo me, del tutto trascurabile (vedi post di qualche tempo fa).
se ne sentono di tutti i colori: lo psicoesperto che parla da vespa (quello che parlava sempre di cogne e garlasco) dice che i gruppi su tartaglia sono un problema paragonabile allo scambio di immagini pedopornografiche su web (la similitudine starebbe nel problema dell'anonimato).
la carlucci (lol) che ripropone la legge bavaglio alla rete.
maroni che ne parla in parlamento…
non sanno di cosa parlano. facebook è solo ed esclusivamente una lente di ingrandimento, l'uso che i politici ne stanno facendo è, come al solito, strumentale al loro temporaneo tornaconto.
ripeto che, secondo me, i punti fissi sono due: 1 facebook è molto più marginale di quello che fanno sembrare 2 la rete non è facebook.
se facebook è pieno di coglioni non significa che tutta le rete sia così. andate a vedervi le statistiche dei miliardi di trilioni di iscritti, scommetto che di minorenni pischelli se ne trovano una buona percentuale. a causa di questi la carlucci deve chiuderci a chiave le tastiere?

ok basta, ho rotto.

ps: leggo esclusivamente blog dalla grafica "yespa-compatibile".
il problema è che ce ne sono veramente pochi: la maggior parte è piena di stelline, mille link, banner, cazzi e mazzi. e questo non è yespa-compatibile.

Annunci
Standard

2 thoughts on “appunti sparsi

  1. anonymous ha detto:

    Anonimo writes:Cari Amici, anche se sinceramente non ho capito nulla del Vostro blog, volevo salutarvi e dirvi che solo io "quel tale" Paolo Deotto che ha scritto un articolo su La Riscossa Cristiana, http://www.lariscossacristiana.comE' un sito che Vi consiglio di consultare per le firme molto illustri che vi scrivono (magari a Voi non diranno nulla, ma è il meglio della cultura cattolica). Quanto a me, quanto io sia "il tale", andatelo a controllare su Google, cliccando, tra virgolette, "paolo deotto". un cordiale salutoPaolo Deotto – paolo.deotto@libero.it

  2. yespa ha detto:

    cosa c'è da capire di un blog?è il mio blog e ci scrivo quello che mi passa per la testa.punto.quando trovo cose "stimolanti" (in bene e in male) magari ne scrivo pure qui.il Suo articolo per me era stato "stimolante" e ne ho parlato.sul "tale" e sul googlare il Suo nome direi che non cambia la sostanza del Suo articolo.cordialmente.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...