perché john frusciante ha lasciato i red hot chili peppers


dal blog di frusciante di mercoledì 16.

quando ho lasciato la band, più di un anno fa, eravamo a un punto di indefinita rottura. non ci sono stati drammi o risentimenti, e gli altri ragazzi sono stati molto comprensivi. loro mi sostengono in tutto quello che faccio che mi renda felice.

per dirla semplicemente, i miei interessi musicali mi hanno portato in una direzione differente. durante tutto il periodo di ritorno nel gruppo, ero entusiasta all'idea di esplorare tutte le possibilità musicali legate ad una rock band, e soprattutto a una band come loro. un paio di anni fa ho sentito lo stesso stimolo, però legato a un tipo di musica differente: suonata e prodotta da solo.

amo il gruppo e tutto quello che abbiamo fatto insieme. capisco il valore che il mio lavoro con loro ha per tanta gente, ma devo seguire i miei interessi. per me l'arte non deve avere niente a che fare con il senso del dovere. è qualcosa che faccio perché è veramente divertente, entusiasmante e interessante per me. negli ultimi 12 anni sono cambiato, come persona e come artista, al punto che lavorare ancora con il gruppo andrebbe contro la mia natura. la mia scelta è stata obbligata: devo essere quello che sono e devo fare quello che devo fare.

abbraccio e ringrazio tutti.

che dire?
boh…

magari ci penso e poi vediamo

Annunci

13 pensieri su “perché john frusciante ha lasciato i red hot chili peppers

  1. Amo i Red Hot!!Sono il mio gruppo preferito!!!!!!!:yes: Peccato che si siano sciolti: Californication è uno dei migliori album mai incisi e Stadium Arcadium era bellissimo!

  2. -.- writes:e appunto perchè ti interessa la musica dovrebbe fregartene qualcosa. Il tocco che john frusciante da alla chitarra al gg d'oggi e diccile trovarlo. Oltre questo john avra' lasciato la band oltre per le sue scelte muicali anche per un conflitto interno (avra' avuto come al solito contristi con anthony kiedis) è sicuramente dalla brutta strada che ha preso,ovvero la "commercializzazione" basta guardare l'ultimo album (stadium arcadium).ps:questa rimarra' pero' una grande band formata da un gran batterista,chitarrista e da uno dei piu' grandi bassisti con stile funky il resto (anthony kiedis) è solo spazzatura -.-

  3. the bassist writes:ma nessuno sa niente del vero vecchio chitarrista dei red hot? fatevi una ricerca e leggetevi il suo diario si chiama hillel slovak morto di overdose,fondatore del gruppo che ha insegnato a flea a suonare il basso e inspirato frusciante che ha il suo stesso tocco…informatevi

  4. anthony keidis 97 writes:anthiny keidis non è spazzatura è un bravo artista certo dal vivo fa un pochino schifo ma cosa pretendi da uno che ha 50 anni!!!

  5. sandryu writes:scusa ma il fatto che kiedis dal vivo faccia cagare non è dovuto all'eta! anzi devo dirti che,avendoli visti in concerto quest'anno ( dopo aver fatto mille km per andarli a vedere a milano), anthony mi è sembrato molto migliorato rispetto a prima..e molto più intonato..più melodico..è cresciuto! quello che dico io è..cosa rimarrebbe ai nostri amati RHCP se anthony non facesse più parte del gruppo?? provate ad immaginare e sn sicuro che no vi sembrerà poi così una merda!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...