la ricerca del coso


alla fine l'ho comprato. volevo un ipad che però facesse tutte le cose che l'ipad non riesce a fare. e soprattutto volevo una tastiera perché io con sti cosi voglio scrivere, e con l'ipad sono lento come la fame a scrivere. quindi, riassumendo, in realtà non volevo un ipad. parentesi: "un ipad" è maschile e non vuole l'apostrofo giusto?

volevo un coso con tre caratteristiche: la tastiera retroilluminata, una batteria da non pensarci e un peso da non sentirlo.
quindi mi sono messo alla ricerca.
cercare un coso elettronico è sempre la fase più bella, a parimerito con i due minuti che stanno dopo la firma della ricevuta del corriere e la rimozione dell'ultima lingua di scotch della scatola. poi subentra la noia.
però cercare è bellissimo. un po' come il corteggiamento prima del primo bacio. ma non è proprio lo stesso.

di solito ci si impunta su un qualcosa, su una caratteristica particolare o su una funzione. e allora santo gugol ci indirizza verso quelli che sembrano mille siti diversi, e si inizia in ordine andando un po' a sensazione e a esperienza. dopo un po' si capisce che i mille siti di gugol in realtà sono molti meno e che la maggior parte è fuffa camuffata male. ci sono i siti che non valgono nulla, quelli che rilanciano solo notizie e dopo un po' inizi a riconoscerli. ci sono i forum e anche lì devi stare attento a non farti fregare che magari vorresti fare una domandina ma ti obbligano a iscriverti e allora forse è meglio se cerco da un'altra parte. ci sono i siti tecnologici, quelli che fanno sempre le recensioni dalle fiere ipertecnologiche. ci sono i video su iutub dell'unboxing e delle prove su strada che sembrano interessanti ma poi quella cosina che ti interessava non te la fanno mai vedere.
però è bello cazzeggiare tra tutta questa informazione. perché anche se stai vistosamente perdendo il tuo tempo, l'impegno che ci metti la fa sembrare un'operazione nobile e per questo giustificata.

dopo un po' ti rompi le palle. restringi la scelta a 2 massimo 3 modelli. e parte la ricerca del prezzo. di principio odio i siti di comparazione prezzi: ho sempre l'idea che ci mangino sopra e che in realtà esista sempre qualcosa di più conveniente in qualche meandro del web. e alcune volte è così. ricercare il prezzo migliore non è facile, se si vuole scavare a fondo. perché esistono alcuni siti che riesci a raggiungerli solo tramite tripli salti mortali con avvitamento. poi lo trovi, lo ordini, paghi, e aspetti. ormai il bello è passato. l'adrenalina è un ricordo e resta solo l'attesa del suono del campanello. che dopo qualche giorno arriva. poi apri il cartone, dentro c'è quello che avevi ordinato ma l'unboxing non è più eccitante perché ne avevi visti già almeno una decina: potresti spacchettarlo ad occhi chiusi il tuo coso. poi lo accendi, lo usi, diventa parte del quotidiano, in aggiunta a tutto il resto. fino al prossimo coso che sembrerà indispensabile per la tua vita.

il mio coso, questa volta, è un netbook della asus. quello che sto usando ora per scrivere sto post. ma la tastiera retroilluminata mica ce l'ha.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...