vecchio blog (myopera)

i’m with you – ieri al cinema


leggo qua e là recensioni sul concerto al cinema dei red hot chili peppers di ieri sera.
quasi tutte iniziano dicendo che l'iniziativa non è innovativa/intelligente/geniale dal punto di vista del marketing.
è ovvio che una navetta gratuita per la luna con concerto in assenza di gravità sarebbe stato molto più originale ma avevano finito le bombole di ossigeno.
ora caro recensore: ti sembra una minchiata? non andarci.
a me il concerto al campovolo di ligabue con sei palchi e le sue sei ex band mi sembra una minchiata e infatti non andrò mai.

prendo in particolare questa come spunto.
la scomodità dei cinema è risaputa, soprattutto per noi watussi ma credo che l'idea di fondo fosse quella di fornire un contenuto ad alto livello qualitativo a tanta gente. uno streaming via internet come proposto dal simpatico recensore non credo potesse minimamente raggiungere la qualità delle immagini di ieri sera.
sull'audio si può sempre discutere. spesso anche ai concerti "veri" non si sente perfettamente, e io so di cosa sto parlando. tanto peggio in una trasmissione via satellite con regia separata. in fondo la qualità dei suoni era decente a parte una compressione discutibile e alcune regolazioni in alcuni brani. poi nel mio cinema c'erano i canali destro e sinistro invertiti.

andando invece sull'esibizione io mi ritengo soddisfatto.
hanno suonato bene, nel senso che hanno avuto il coraggio di proporre una scaletta obbligata dalla tracklist del disco e non hanno fatto figuracce. gli equilibri in studio sono radicalmente diversi da quelli dal vivo, eppure hanno saputo riproporre fedelmente le sonorità e gli intrecci creati in studio a tavolino.
forse verso la fine c'è stato un aumento della tensione a causa di un paio di problemi tecnici (i crampi di flea e l'intoppo con la seconda regia che credo abbia toppato la registrazione di "did i let you know" che quindi è stata ripetuta).
anthony in gran forma, flea un po' in crisi sul finale a causa della scaletta (di solito alterna pezzi pestati e pezzi rilassanti), chad solito metronomo, josh buono (un po' nascosto come volume ma disinvolto e preciso nelle parti), strumenti aggiuntivi simpatici ma forse troppo invadenti (percussioni soprattutto).
i due bis hanno ridato vigore ai fans vecchia ora che, ovviamente, si lamentavano dei nuovi pezzi.

tutti sui forum stanno criticando i'mwithyou. allo stesso identico modo di quando uscì stadiumarcadium e bytheway.
però ora alcuni rivalutano bytheway. altri rivalutano stadiumarcadium.
è così.
la gente si aspetta un nuovo bloodsugar. io dieci anni fa ragionavo così. mi lamentavo perché non c'erano più pezzi come mylovelyman o funkymonks.
poi ho capito che le cose vanno avanti nella vita e nella musica. questo disco è pieno di cose nuove, diverse, originali. l'unica cosa che mi sento di dire è che non posso fare una recensione a due giorni dall'uscita di un disco. per come sono io i pezzi vanno digeriti e smontati prima di esprimere un giudizio credibile.
posso dire di essere contento. si confermano il mio gruppo di riferimento. e questo mi basta per ora.

Annunci
Standard

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...